COMUNITA’ GRANCONA

LA STORIA
E’ la neonata struttura della Cooperativa Un segno di Pace nata in territorio dell’Az.Ulss 8 Berica Distretto Ovest.
La comunità “Grancona” nasce come risposta alle esigenze del territorio della ex Azienda Ulss n.5 di esternalizzazione, e diversificare, il servizio attuale esercitato presso le RSA 1 e 2 all’interno dell’ospedale di Lonigo. Di fatto viene a sostituire parzialmente il servizio oggi svolto da quest’ultime. Tale processo di concepimento è iniziato con un primo progetto già a fine 2013, il quale è stato appoggiato dalla Azienda Ulss competente attraverso delibere e provvedimenti amministrativi. Successivamente si è modificato con l’acquisto e la domanda di autorizzazione alla realizzazione della attuale struttura a maggio 2016, e dopo i dovuti adeguamenti strutturali, con la richiesta di esercizio a giugno 2017.
Essa rappresenta una risposta di de-istituzionalizzazione in ambito di salute mentale per l’Az. Ulss 8 nel cui territorio distrettuale ovest coesistono esperienze innovative e avanguardistiche di Riabilitazione psichiatrica come il Centro Diurno “Arcobaleno”, i Gruppi Appartamento protetto, anche per coppie, e di co-housing sociale, e forme storiche residuali di ex O.P. 

DESCRIZIONE DELLA COMUNITA’
a struttura è collocata in un contesto tranquillo e protetto ma al contempo centralizzato rispetto ai principali servizi: il Municipio, la Farmacia, la Scuola Media e alcune caratteristiche trattorie, bar-pasticcerie ecc. Essa infatti sorge in una via laterale della contrada di Pederiva SP 109. La comunità di Grancona è una villetta completamente ristrutturata con un ampio spazio verde antistante e laterale, adibito a giardino, e uno spazio da destinarsi a “giardino d’inverno” sul retro. Essa si sviluppa in 430 mq su due livelli e ha una ricettività massima di n° 14 posti letto. Comoda non solo ai Servizi territoriali dell’Az. Ulss 8 Berica Est-Ovest ma anche delle limitrofe Az. Ulss 6 Euganea e Az Ulss 9 Scaligera. 
L'immobile sede del servizio possiede le caratteristiche delle civili abitazioni. 
La struttura interna garantisce spazi e ritmi di normale vita quotidiana gli ambienti sono adeguatamente arredati e sono presenti locali dedicati sia agli utenti che al personale specialistico
Al piano terra sono presenti tre servizi igienici, una camera da letto adeguatamente arredata per disabile, una stanza dedicata al personale e uno studio per lo psicologo. Adiacente è situato un locale polifunzionale (stanza riunioni, attività di gruppo), una lavanderia-guardaroba. Superato un corridoio, si trova una grande sala da pranzo con zona tv con una panoramica vista sul paesaggio verde circostante, e vicino una cucina attrezzata.
Al piano primo sono presenti quattro camere da letto: quattro doppie, due singole e una tripla serviti da tre servizi igienici.

Struttura socio-sanitaria per utenti psichiatrici in grado di realizzare trattamenti specialistici riabilitativi ed assistenziali a media stimolazione, individualizzati e prolungati.
Essa è destinata alla prosecuzione dell’assistenza a favore di persone con problematiche psichiatriche che, eventualmente al termine del progetto riabilitativo/protetto presentano parziali livelli di autonomia e necessitano di sostegno per la gestione della propria autosufficienza. E’ una struttura ad attività socio-assistenziale medio-elevata, con la presenza di personale nelle 24 ore.
La riabilitazione avviene con progetti di bassa e media stimolazione, prevalentemente incentrati sulla cura di sé e sulla gestione dell’ambito domestico, delle relazioni intra e interpersonali e delle competenze sociali minime. I rapporti con la famiglia sono seguiti e sostenuti dagli operatori nei previsti momenti di incontro con il paziente (a casa o nella struttura stessa).

MISSION
La finalità è l’accoglienza e gestione della vita quotidiana, orientata alla tutela della persona, allo sviluppo delle abilità residue e di nuove acquisizioni, nella realizzazione di esperienze di vita autonoma.   
Gli obiettivi di riabilitazione vengono eseguiti attraverso progetti a media-bassa stimolazione quali:
  • cura di sé;
  • gestione ambito domestico;
  • competenze sociali minime attraverso interventi individuali OSS di riferimento – utente o di gruppo (SST);
  • attività di gruppo psicologiche ed educative: dal gruppo clinico, ai gruppi per l’apprendimento di competenze sociali (AGCS), al training di problem solving; gruppi per la gestione della malattia (IMR);
  • attività di risocializzazione territoriali con gite e uscite
  • attività cliniche individuali: colloqui psicologici di sostegno e valutazione del programma personalizzato
  • attività psicologiche rivolte alle famiglie: individuali e/o di gruppo di tipo psicoeducazionale
  • interventi sanitari per il benessere della persona: infermieristico, di medicina generale e/o specialistica
TIPOLOGIA UTENZA
Pazienti giovani e adulti nei quali la malattia psichiatrica è evoluta verso la cronicizzazione con un grado più o meno elevato di deficit cognitivo e di perdita dell'autonomia; spesso viene raggiunta una certa stabilizzazione clinica che non permette un recupero delle abilità individuali e sociali sufficiente da consentire la dimissione e il reinserimento nel contesto sociale e familiare richiedendo cure costanti e un durevole sostegno da parte dei Servizi del DSM.
Sono da considerarsi diagnosi elettive: schizofrenia e psicosi schizofreniche, sindromi affettive gravi, gravi disturbi di personalità.

EQUIPE 
L’Equipe è composta da:
  • 1 Psicologo/psicoterapeuta con responsabilità clinica della sede di servizio
  • 1 C/SU Coordinatore Servizi all’Utenza
  • 1 C/T Coordinatore tecnico
  • 1 Infermiere professionale
  • 1 Educatore-animatore
  • OSS (Operatore Socio Sanitario)
  • Personale ausiliario

Immagini