CENTRO DIURNO "VALLONARA"

Via Cà Brusà 36 Marostica (VI) località Vallonara
Tel. 0424 77499 - e-mail: comunita.vallonara@unsegnodipace.it
ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE 08-7-2015

E’ una struttura semiresidenziale con funzioni terapeutico educativo-riabilitative, collocata nel contesto territoriale finalizzata a favorire l’integrazione sociale.
L’utenza e le caratteristiche:
L’azione terapeutico-riabilitativa è rivolta a pazienti adulti che presentano disabilità sociali, relazionali e lavorative conseguenti o correlate alla patologia psichiatrica. La capacità ricettiva può arrivare fino ad un massimo di 20 pazienti.

Gli obiettivi e le attività del CD:
Gli obiettivi specifici verso i singoli utenti sono quelli definiti nel Progetto Personalizzato e concordati con il servizio inviante e vengono realizzati attraverso le attività nelle diverse aree:

Area psicoterapica: obiettivi inerenti le aree di funzionamento psicodinamico della persona;
Area educativa (autonomia e relazionale): obiettivi inerenti le autonomie di base semplici e complesse  e gli obiettivi afferenti al piano relazionale;
Area socio-ricreativa;
Area formativa/occupazionale-lavorativa.
Il raggiungimento degli obiettivi è periodicamente valutato con schede di osservazione delle abilità di base e delle aree di funzionamento (VADO). I risultati raggiunti vengono discussi in sede di equipe e, nel caso sia necessario, viene modificato il P.P.

Attività specifiche verso l’utenza:

Area psicoterapica
Sono previsti interventi individuali e di gruppo.
Al momento dell’inserimento nel CD sono previsti alcuni incontri con lo psicologo per valutare le abilità residue da potenziare e quelle da acquisire, in modo da inserire ciascun ospite nell'attività più adeguata alle sue capacità ed evitare così fallimenti o frustrazioni difficili poi da superare. Si predispongono successivamente colloqui di sostegno o di psicoterapia di supporto, a seconda della psicopatologia e del livello evolutivo raggiunto.
In ambito gruppale gli interventi si articolano dall’incontro verbale con gli utenti, l’operatore e la psicologa, a cadenza settimanale, dove si affrontano tematiche di convivenza in struttura, fino ad interventi psicologici che riguardano un selezionato gruppo di ospiti, in cui si affrontano aspetti e dinamiche più profonde. 
I modelli e le tecniche di riferimento sono preferenzialmente quelli della Terapia Centrata sulla Persona (Carl Rogers) che pongono l'attenzione sui vissuti emozionali e sulla percezione e definizione di Sé.
Non mancano interventi psicologici sulla realtà esterna dei pazienti con riferimento all’approccio cognitivo-comportamentale finalizzato a ristrutturare le funzioni cognitive semplici e complesse coinvolte nelle quotidiane attività di problem-solving.

Incontri di sostegno per le famiglie
Alle famiglie vengono proposti incontri individuali con lo psicologo per confrontarsi rispetto alle modalità di gestione del rapporto con i propri figli. La corretta informazione della famiglia ed il suo coinvolgimento nel programma riabilitativo consentono di integrare e rinforzare le modalità di approccio al soggetto malato. Rendendo la famiglia protagonista è possibile stimolarla ad una maggiore collaborazione, rendere più accettabile la malattia, diminuire lo stress, l’Emotività Espressa ed il disagio che questa comporta, per l’intero nucleo familiare con un conseguente rinforzo dell’efficacia del lavoro riabilitativo.

Area educativa
Vengono programmate attività centrate sul potenziamento o sul ripristino delle autonomie di base con particolare attenzione:

all’igiene personale;
al riordino e pulizia degli spazi dove si svolgono le attività;
alla raccolta differenziata dei rifiuti prodotti;
alla gestione del denaro.
Area socio-ricreativa
Vengono promosse attività di aggregazione nel territorio, di partecipazione ad attività di tipo ludico-ricreative (gite, soggiorni estivi), socio-culturali (partecipazione a spettacoli cinematografici e teatrali a tema), di promozione della salute e del benessere fisico a carattere motorio e/o sportivo (psicomotricità, nuoto, gruppo marce) sia da parte della Cooperativa che in collaborazione con varie agenzie di supporto del territorio (associazioni, volontariato, ecc.).

Area formativa/occupazionale-lavorativa
Il programma promuove, mantiene e sviluppa la capacità a svolgere i compiti essenziali per la vita produttiva, la padronanza di sé e dell’ambiente. L’intervento riabilitativo si propone di sviluppare al massimo le competenze individuali per migliorare la qualità della vita attraverso:

attività artigianali (oggetti in legno, bomboniere, gruppo di cucito);
lettura giornale;
attività giornalino interno;
attività pratico-manuale (costruzione maschere, manipolazione con la pasta di sale);
attività del “Progetto Fattoria Sociale”(gruppo Area Verde e gruppo Manutenzioni).

Immagini